Io e Michael Jordan

“….la ruba Jordan, e se la prende direttamente dalle mani di Malone. Ultimi quindici secondi, meno uno Chicago. Il palleggio per Michael Jordan, che ha spazio: tutti lo aspettano, può…

0 Commenti

La storia di Nikolaj Bujanov

Chissà cosa sarà passato nella testa di Nikolaj, una volta sentiti gli spari da basso, dopo aver immaginato il terrore negli occhi degli sfollati che lo circondavano sui monti Cavrigliesi, in fuga…

0 Commenti

Dominique Wilkins e Sasha Danilovic

Ci sono momenti nella carriera di un giocatore dove una scelta impercettibile — spesso istintiva e priva di spiegazioni accettabili — determina il corso degli eventi di una stagione, forse di una carriera, dei…

0 Commenti

La storia di Bernard Moitessier

Siamo a largo di Città del Capo, pienamente al centro del mare, in un pomeriggio soleggiato di Marzo del 1969. Un marinaio a lavoro su un cargo britannico sta distrattamente…

2 commenti

Andre, il gigante buono

Ussy sur Marne è un piccolo comune situato a circa 60 chilometri di distanza da Parigi, di quelli dove la vita sembra scorrere a rallentatore, con ritmi diametralmente opposti da quelli…

0 Commenti

Giannis Antetokounmpo, un “clandestino” in NBA

Crisi sistemica, primavere arabe, flussi migratori notevolmente aumentati in conseguenza, divisioni fittizie tra categorie inesistenti come “migranti economici” e “profughi”. In molti arrivano in continente europeo negli ultimi anni: qualcuno con l’obiettivo di…

0 Commenti

Costanzo “Lupo” Balleri

A volte faceva allenare i suoi giocatori la sera, quando era già calato il sole, e lo stadio di Montevarchi non era illuminato. In quegli anni l’inquinamento luminoso circostante era…

0 Commenti

Fine dei contenuti

Non ci sono più pagine da caricare